Terza edizione? Le parole di Giusy Giulianini

Molti già mi chiedono la data 2019 della terza edizione di “Paura sotto la pelle”. La risposta più sincera è “non lo so”: ancora non mi sento di affermare che ci sarà e nemmeno come sarà.

Il motivo non è uno soltanto: ambizione di dar vita a un nuovo e pirotecnico palinsesto e conseguente ricerca di finanziamenti, ma anche una professione “vera” che mi impegna sempre di più.

Gli spunti per una terza edizione non mancano e le adesioni illustri nemmeno. Per ora mi accontento di coltivare l’idea e di ricordare con pienezza il confronto stimolante cui, negli ultimi due anni, hanno preso parte oltre cinquanta super protagonisti della scena culturale crime.

Mi permetto un piccolo moto di orgoglio al pensiero di averli avuti con me e, insieme a loro, di aver dato vita a un format originale – l’analisi del meccanismo di generazione della paura nel lettore e nello spettatore – che molte primarie manifestazioni nazionali stanno riprendendo.

Eccoci di nuovo qui!

PAURA SOTTO LA PELLE-2:Brividi nelle parole e nelle immagini

Il primo evento bolognese sulla paura: come si trasmette al lettore e allo spettatore. Tra narrativa, fumetti, fiction, cinema e teatro.

Giovedì 29 e venerdì 30 novembre 2018, ore 10.00 e 14.30, Aula magna Giovanni Pascoli e aula Forti -Via Zamboni 32-BOLOGNA

Giovedì 29 e venerdì 30 novembre 2018 alle ore 14.00, presso il Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Alma Mater Studiorum (Via Zamboni 32 – Bologna), cuore culturale della città, alcuni tra i più noti scrittori, sceneggiatori, registi e critici cinematografici di settore analizzeranno il processo di generazione della paura, nel lettore e nello spettatore. Nelle mattinate degli stessi giorni alle ore 10.00, i relatori svolgeranno laboratori di scrittura della tensione, per la narrativa e per il cinema, rivolte a studenti universitari.

L’evento nasce da un’idea di Giusy Giulianini, sviluppata poi in progetto con il critico cinematografico Giovanni Modica e lo scrittore e appassionato cinefilo Fabio Mundadori, che a questo fine hanno dato vita al LABORATORIO DELLA CONTROREALTA’.

Il Comune di Bologna e il Dipartimento di Filologia classica e Italianistica dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna hanno concesso il patrocinio alla manifestazione, in quanto ritenuta di rilevanza culturale per la città.

L’evento si aprirà la mattina del 29 novembre, alle 10.00 in aula Guglielmi al 1° piano, con un laboratorio di scrittura di tensione per la narrativa (Roberto Carboni e Fabio Mundadori), rivolto a pubblico e studenti universitari.

Il pomeriggio, alle 15.00 in aula magna Giovanni Pascoli, al piano terra sarà invece dedicato ai seguenti temi:

Dal mestiere al romanzo (Matteo Bortolotti, Angela Capobianchi, Piera Carlomagno, Maurizio Lorenzi, Paolo Roversi, Mariano Sabatini); Il concorso della paura (Luca Occhi); I mille colori della paura (Francesca Bertuzzi, Fabrizio Borgio, Roberto Centazzo, Stefano Di Marino, Giada Trebeschi, Letizia Vicidomini); La paura tra cronaca e finzione (Valerio Varesi); Tra noir italiano e polar (Enrico Pandiani); Il mio concetto di noir (Loriano Macchiavelli); Il noir prima del noir (Roberto Carboni, Fabio Mundadori). Modereranno l’incontro il Prof Luigi Weber, docente universitario di Letteratura contemporanea e lo scrittore Fabio Mundadori.

Alle 19.00, presso la libreria La Confraternita dell’uva in Via Cartoleria 20/b, si svolgerà un aperitivo con gli autori, durante il quale sarà offerto un aperitivo gratuito a chi acquisterà un libro.

La mattina del 30 novembre, alle 10.00 in aula Guglielmi al 1° piano, un laboratorio di sceneggiatura per tv e web (Valerio Caprara e Giuseppe Cozzolino) sarà rivolto a studenti universitari. Il pomeriggio, alle 14.30 in aula Forti al 1° piano, sarà invece dedicato ai seguenti temi:

La paura tra parole e immagini (Paola Barbato); L’influenza del cinema nella narrativa di paura (Cristiana Astori, Enrico Luceri);  Tra scrittura narrativa e cinematografica (Enrico Luceri, Antonio Tentori); La scrittura cinematografica (Luigi Cozzi, Antonio Tentori); Paura espressa e paura suggerita (Valerio Caprara); L’organizzazione e la direzione generale nei film di paura (Angelo Iacono);  Tra regia, sceneggiatura ed effetti speciali (Sergio Stivaletti). Modereranno l’incontro, oltre al Prof Luigi Weber, i critici cinematografici  Valerio Caprara, Giuseppe Cozzolino e Giovanni Modica.

L’evento sarà condotto da Giusy Giulianini, scrittrice, critico letterario e organizzatrice di eventi culturali

Media partners dell’evento saranno il Comune di Bologna, il Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Alma Mater Studiorum di Bologna, l’associazione culturale Thrillernord, le testate giornalistiche MilanoNera, e LIVE CINEMA & LIBRI, la scuola di sceneggiatura e scrittura creativa Noir Factory, l’Agenzia  Maieutica Letteraria, Radio Power Italia e la collana editoriale #comma21 di Damster Edizioni, il caffè libreria La Confraternita dell’uva.

Il bookshop della rassegna sarà a cura della libreria La Confraternita dell’uva, Via Cartoleria 20/b, Bologna.

Ingresso libero e gratuito.  Per informazioni E-mailg.giulianini@alice.it